[Videografica] Londra e i suoi “must do”: le opinioni degli studenti

 

Il Big Ben e le Houses of Parliament. Trafalgar Square e London Eye. E le torri, le due più famose: Tower Bridge e Tower of London.

Un recente studio effettuato dalla scuola Kaplan International English, che organizza corsi di inglese nella capitale, ha evidenziato i luoghi preferiti e più ammirati dagli studenti delle scuole di Leicester Square e Covent Garden. I 535 intervistati, di età compresa tra i 18 e i 59 anni provenienti da ben 48 Paesi diversi, hanno avuto l’occasione di esprimere le loro preferenze sulle attività ed i punti di riferimento artistico-culturali che da sempre caratterizzano la vibrante metropoli inglese.

I risultati non sorprendono più di tanto, quasi a voler confermare i punti di forza che fanno di Londra, ormai da anni, la meta prediletta del turismo globale. 

Oltre alle attrazioni citate in apertura, il 26% intervistati ha espresso tutta la sua ammirazione per il British Museum, ma anche per la National Gallery, molto amata da un buon 18%. National History Museum e Tate Modern hanno raccolto lo stesso numero di preferenze, il 13%, mentre il Science Museum si aggiudica, quasi a sorpresa, l’ultimo gradino della top 5 con l’8% delle preferenze.

[Piaciuto il video? Se volete approfondire, date un’occhiata al post Cosa fare a Londra Videographic]

Gli studenti sanno benissimo quanto sia bello studiare (in questo caso l’inglese) all’aria aperta, tra timidi raggi di sole e idilliaci scorci di salici piangenti chinati su grandi specchi d’acqua dolce: ecco dunque spiegato il grande successo riscosso da Hyde Park, che con il 45% delle preferenze si aggiudica facile-facile la palma di parco più amato dal popolo studentesco. Alle spalle del polmone verde di Londra si collocano St. James’ Park, Green Park, Kensington Gardens e il magnifico Hampstead Heath, quest’ultimo più che un parco un bosco vero e proprio.

Passando a passioni un po’ più, come dire, veniali, si scopre che la sempre scoppiettante Oxford Street è considerata la regina delle strade per lo shopping dal 42% degli studenti intervistati. Seguono a ruota i mercati di Covent Garden, Camden Town, Regent Street e il grande centro commerciale Westfield, uno dei più grandi d’Europa.

Si sa, lo shopping scatena l’appetito, e una volta raggiunta l’estremità orientale di Oxford Street è facile raggiungere Covent Garden per un boccone in uno dei tanti locali e ristoranti della zona; la vivacità ed il fascino del posto ha conquistato il cuore (ed i palati) del 31% degli studenti, che per mangiare fuori non disdegnano nemmeno una capatina nelle vicine Leicester Square, Soho, Chinatown ed il Borough Market nei pressi di London Bridge. La scoppiettante Soho, inoltre, detiene il primato per quanto riguarda la vita notturna londinese: è il quartiere preferito dal 37% degli studenti alla ricerca di divertimento e spensieratezza sotto il cielo stellato, seguita da Camden, Notting Hill e Shoreditch.

La scuola di inglese Kaplan International English – mi sembra il periodo migliore per dirlo vista la corsa alle scuole di inglese propria di questo periodo dell’anno – offre corsi di lingua inglese scontati del 20% presso le sue sedi. Se volete saperne di più, date un’occhiata all’offerta di corsi disponibili a Londra.

E ora, lanciamo un piccolo sondaggio inter nos: quali sono per voi i “must do” londinesi? Il museo nel quale trascorrereste le vostre giornate? Il quartiere preferito per una serata a base di cocktail e/o cene con amici? Il migliore parco dove rilassarsi?

Inizio io: dacché bazzico per Londra ho un debole per la Serpentine Gallery, uno spazio espositivo davvero stupefacente per chi ama seguire da vicino il meglio dell’arte contemporanea. Dico solo che una delle mostre a cui ho assistito era ad opera di Yoko Ono, solo per fare un esempio. Ah, gratis. Ho un debole anche per il National Maritime Museum, la Tate Modern ed il British Museum, of course.

Adoro Hampstead Heath, ma anche Victoria Park, sarà il fascino dell’Est! Mi piacciono molto i Docklands, Greenwich, il quartiere di Clapham, il Regent’s Canal, South Bank e l’atmosfera universitaria di Bloomsbury.

Come mercatini, Brick Lane in primis, ma anche Broadway Market, e per mangiare di nuovo Brick Lane, Camden Lock (secondo me Camden ormai si salva solo per i banchetti di street food), Borough Market, Brixton Market e il Columbia Road Flower Market per i suoi fiori e l’atmosfera paesana.

La notte, invece, preferisco il rock-punk-pop-eccetera dei pub di Shoreditch al tunz-tunz dei locali del centro.

La cena? Non c’è un quartiere preferito: per fortuna a Londra i ristoranti di qualità non mancano da nessuna parte! Ammetto però di amare molto le cenette all’interno di caldi e confortevoli pub storici, nonché le english breakfasts in locali “alla buona”.

 

 

[Banalmente] a Londra è anche su FacebookTwitterInstagram e Pinterest!

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s